L’AIL Bat incontra il Questore Fabbrocini

Dopo il "Memorial della Polizia di Stato in ricordo di Peppe Volpe”, deceduto nel 2018 per una malattia ematologica. Un incontro proficuo e commovente, quello che si è tenuto nei giorni scorsi nella Questura di Andria tra i membri del direttivo dell'Associazione Italiana per la lotta alle Leucemie, il questore Alfredo Fabbrocini e gli agenti della Polizia di stato: l'occasione è stata propizia per ringraziare tutti coloro che si sono impegnati nel "Memorial Polizia di Stato in ricordo di Peppe Volpe", deceduto nel 2018 per una malattia ematologica, alla presenza anche della moglie e della figlia del poliziotto terlizzese. Così Vito Leonetti, il presidente Ail, vuole diffondere un messaggio positivo: «Come sempre, la Polizia di Stato e il questore Fabbrocini ci hanno riservato un'accoglienza splendida, che abbiamo ricambiato con una targa di ringraziamento per il memorial e la raccolta fondi collegata. Vogliamo sottolineare che il loro contributo è consistente perché non solo svolgono un ruolo fondamentale per la società, ma si prodigano anche per aiutare e sostenere le nostre attività in ricordo di un collega indimenticabile, Peppe Volpe.» Infatti il quadrangolare di calcio a 8 le squadre della Questura, Commissariato di Barletta, Commissariati di Trani/Canosa, Sezione della Polizia Stradale ha permesso di destinare una cifra significativa all'AIL per continuare nei progetti al fianco delle famiglie e dei malati. «Prima di tutto - ha concluso Leonetti - hanno vinto la solidarietà e i valori scesi in campo: amicizia, rispetto, spirito di corpo».