Dolcezza e solidarietà, l’Ail Bat dona oltre 300 uova di Pasqua a pazienti ematologici e famiglie bisognose

Il Presidente Leonetti: «L'Associazione Italiana Leucemie vuole essere un faro di speranza per la comunità, dedicando il proprio impegno e risorse a coloro che ne hanno più bisogno» La provincia BAT, in questi giorni di Pasqua, è stata avvolta da un tocco di gentilezza e solidarietà grazie all’Associazione Italiana Leucemie sez. Bat. Con cuore generoso, l’associazione ha donato oltre 300 uova di Pasqua a malati ematologici ricoverati nell’Ospedale “Dimiccoli” di Barletta e persone bisognose, diffondendo gioia e speranza in tutto il territorio. Dopo i weekend dedicati alla distribuzione delle uova nelle piazze della sesta provincia e nelle numerose manifestazioni che hanno coinvolto nelle scorse settimane scuole, Enti, associazioni sportive, anche esercizi commerciali sensibili alla missione dell’AIL Bat, il direttivo ha deciso di destinare una parte dei dolci al cioccolato a chi avesse bisogno di un momento di dolcezza. Un gesto di amore e supporto per toccare il cuore di coloro che si trovano a lottare contro la malattia o a fronteggiare momenti di difficoltà. «Le uova di Pasqua – dice il presidente Vito Leonetti – non sono solo un simbolo di festa, ma rappresentano un gesto tangibile di solidarietà e vicinanza, dimostrando che nessuno è solo nella propria battaglia. L’Associazione Italiana Leucemie vuole essere un faro di speranza per la comunità, dedicando il proprio impegno e risorse a coloro che ne hanno più bisogno. Attraverso azioni concrete come questa, vogliamo diffondere un messaggio di fiducia nel futuro e di supporto reciproco, costruendo un tessuto sociale più forte e coeso». L’AIL Bat si impegna incessantemente per portare conforto e sostegno a chi ne ha bisogno, dimostrando che insieme si può fare la differenza nelle vite degli altri.